L'ultima fase della campagna “Giù le mani dal Venezuela" ci ha portato in Calabria, Sicilia e Roma. Martedì 11 maggio circa 40 persone, per la maggior parte studenti dell'Università della Calabria hanno partecipato ad una riunione a Cosenza organizzata dai sostenitori cosentini della rivista marxista Falcemartello. Ancora una volta il dibattito si é concentrato sulla questione della violenza e della non violenza. Uno studente ha chiesto se dare le armi alla popolazione non possa essere pericoloso nel senso di creare caos e violenza generalizzata. Jorge Martín ha precisato che la questione non é di dare armi a chiunque ma piuttosto di creare una milizia operaia e popolare organizzata e controllata da assemblee rivoluzionarie democratiche in ogni fabbrica e quartiere operaio.