Il primo giorno dello sciopero generale di 48 ore è stato sensazionale. Oltre ai lavoratori del settore  pubblico che hanno partecipato massicciamente allo sciopero, centinaia di migliaia di lavoratori del settore privato hanno scioperato per la prima volta. Decine e decine di migliaia di commercianti  hanno abbassato le serrande dei loro negozi in solidarietà.

La crisi finanziaria in Grecia è costantemente in prima pagina e sta focalizzando l'attenzione di tutti sulle sue possibili conseguenze. Come abbiamo già spiegato, la ragione di questo non è dovuto al reale peso dell'economia greca nel capitalismo europeo e mondiale. In termini assoluti la Grecia rappresenta solo il 2% del PIL dell'Unione Europea e anche il debito pubblico è solo il 3% del debito pubblico totale dell’ Eurozona. Il punto è, tuttavia, che la Grecia è l'anello più debole del capitalismo europeo, che ora è al centro della crisi globale del capitalismo.

Il 15 ottobre abbiamo visto a Roma una delle più grandi manifestazioni degli ultimi anni. 300mila, forse mezzo milione di persone hanno invaso le strade della capitale, ricongiungendosi idealmente alla manifestazione di un anno fa promossa dalla Fiom. Lo hanno fatto però a un livello più alto.