Il più grande terremoto elettorale della storia italiana si è trasformato, nel giro di poche settimane, in un grande pantano. Il tentativo di Bersani è fallito, le Camere sono senza alcuna maggioranza. Ad oggi non c’è ancora un governo che abbia la fiducia del Parlamento e continuerà così per settimane, almeno fino a quando non si eleggerà il Presidente della Repubblica.

Margaret Thatcher è morta. È stata a lungo, per il Partito conservatore, Primo ministro della Gran Bretagna ed una delle figure più detestate della storia del movimento operaio. Non abbiamo alcun dubbio che nei prossimi giorni il governo e la stampa di destra sprecheranno fiumi di parole nel descrivere quale persona magnifica fosse la “lady di ferro”, come avesse “salvato la Gran Bretagna”, eccetera. Noi invece diciamo: che liberazione!